cooky

mercoledì

Materassi in lattice o materassi memory foam? Guida alla scelta...

I materassi in lattice hanno rivoluzionato negli ultimi anni il mercato del letto tradizionale fornendo un'utile alternativa ai materassi ortopedici a molle.
Inoltre hanno consentito, per chi dormiva ancora sui vecchi materassi in lana, una transizione "indolore" verso un nuovo prodotto con cui è molto più  facile adattare il nostro sonno.

Oggi abbiamo un'altra valida alternativa: i materassi memory foam (schiuma viscoelastica), che per caratteristiche ergonomiche e di confort si avvicinano molto ai materassi lattice.

Come scegliere tra materassi in lattice e materassi in memory? Ecco a voi alcuni utili consigli per l'acquisto:



  1. Valutare per prima cosa se sussistono eventuali allergie al lattice ed ai suoi derivati, in tal caso si consiglia l'utilizzo delle schiume viscoelastiche.
  2. Se si dispone di un letto a contenitore apribile evitare l'utilizzo del lattice in quanto può generare muffe in una situazione di ristagno di umidità all'interno del vano. (vedi post: "Materassi lattice: quando non sceglierlo ")
  3. I prodotti in materiale naturale sono sul mercato da più tempo rispetto ai prodotti in memory foam perciò è possibile che troverete offerte molto più concorrenziali sul piano dei prezzi. Occhio però alla qualità del materasso lattice! ( vedi post: "Materassi in lattice: 3, 5 o 7 zone? ")
  4. Attenzione anche ai materassi memory a basso prezzo, molte volte nascondono materiali poliuretanici semplici anziché viscoelastici (perciò senza le medesime caratteristiche di ergonomia e antidecubito). In tal caso meglio orientarsi verso un prodotto in latice di buona qualità.
  5. I materassi in lattice hanno mediamente una rigidezza superiore, provate quindi entrambi i prodotti!
  6. Se avete deciso di acquistare un materasso in memory form ma lo trovate eccessivamente morbido o troppo basso, valutate anche prodotti ibridi: le ultime tecnologie produttive consentono di realizzare piani letto con una struttura interna a molle singole insacchettate 7 zone e uno strato superficiale in gomma a memoria di forma. 
I miei consigli sono stati utili? Commenta qui sotto la tua scelta!

7 commenti:

  1. Hai scelto materassi in lattice o in memory foam?
    raccontaci la tua scelta e come ti sei trovato...

    RispondiElimina
  2. Anonimo08:10

    senz'altro consigli utili, grazie! noi stiamo ancora scegliendo, perchè tutti ci dicono lattice ma a noi il memory piace molto......

    RispondiElimina
  3. Anonimo20:32

    Io pure hO un materasso in lattice della previdorm, e devo dire che dormo molto bene da un pò di anni ormai.
    La cosa più importante, se può essere d'aiuto è acquistare il lattice da aziende conclamate come detto sopra sennò di rischia di imbattersi in una fregatura

    RispondiElimina
  4. da 6 anni sto usando un materasso in aquatch.
    praticamente mi sono innamorato del mio materasso.
    Quando mi capita di dormire fuori faccio una fatica incredibile a prendere sonno sugli altri materassi.
    Marco

    RispondiElimina
  5. Grande il memory! !!! Io l'ho provato e poi l'ho preso per tutta la famiglia:-)
    Patrizia

    RispondiElimina
  6. Anonimo22:22

    Qual'è la migliore scelta tra lattice,memory,molle per un soggetto allergico agli acari della polvere?Bisogna tenere conto che dovrà usare coprimaterasso,copriguanciale e forse anche copripiumone di uno speciale tessuto antiallergico prescritto dall'allergologo.Grazie!

    RispondiElimina
  7. Il problema dell'allergia agli acari dipende più dai rivestimenti che dall'interno del materasso. Se avete materassi con copertura rimovibile, provvedete a lavarlo spesso con prodotti detergenti antiacaro. Il fatto che i tessuti siano trattati antiacaro non basta. L'interno è poco influente, i materiali di per se sono anallergici. Potrebbe essere che un molleggio tradizionale spinga più aria e perciò "muova" più polvere, mentre altri materassi la smuovono meno, ma di per sè la polvere si deposita in entrambe le situazioni ( e con essa parte dei nostri tessuti morti ed esfoliati, di cui si nutrono gli acari). Il consiglio è quindi di trattare spesso la copertura e scegliere semplicemente il materasso che più è soggettivamente confortevole.

    RispondiElimina